Top Trend 2022: le principali novità sul mercato

condividi

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Reading Time: 3 minutes

Una delle chiavi della sostenibilità economica, quando si gestisce un’azienda, è conoscere le novità del mercato. Conoscere approfonditamente il proprio settore, infatti, permette di prevedere le esigenze dei consumatori, di accontentarle al momento giusto e, addirittura, di prevenirle. 

Per aiutarvi nell’arduo compito di restare aggiornate, abbiamo scritto questo articolo in cui riassumiamo i principali trend del 2022 per quanto riguarda i comportamenti e le preferenze dei consumatori in diversi settori. 

1. Giardini d’inverno 

Sempre più spesso, gli spazi pubblici vengono progettati in modo tale da includere uno spazio verde al proprio interno al fine di incrementare la connessione tra le persone e la natura. Ispirati da queste proposte architettoniche, i consumatori finali saranno sempre più spinti nel ricreare dei giardini d’inverno all’interno delle proprie abitazioni.

2. Un mercato per gli avatar  

Grazie alla nascita del metaverso, per i brand è nata una nuova opportunità di vendita: da oggi, possono realizzare prodotti che non esistono nella vita reale, senza quindi doversi preoccupare dell’approvvigionamento delle materie prime. Questo tipo di commercio, non solo apre a un potenziale volume di affari notevole (il mercato è destinato a valere 50 miliardi entro il 2030), ma permette anche di creare una connessione più profonda con le nuove generazioni di consumatori. H&M ha da poco aperto un suo negozio nel metaverso insieme a Ceek, società che offre servizi digitali nei mondi virtuali.

3. Nuove fibre tessili nei tessuti

Per evitare di utilizzare solo cotone, ed effettuare scelte più sostenibili,  l’industria della moda farà riferimento ad altre fibre tessili, in particolare a quelle liberiane. Ovvero, quelle fibre contenute tra la corteccia e il fusto di una pianta. Tra le fibre liberiane rientrano lino, canapa, iuta e ramiè.

4. Lavaggi senz’acqua

Se da una parte l’acqua è una risorsa sempre più scarsa, dall’altra la pandemia ci spinge a lavare tutto molto più frequentemente. Il risultato? Stiamo consumando troppa acqua. Per trovare una soluzione a questo problema non da poco, alcuni brand stanno proponendo sul mercato prodotti che permettono di igienizzare il proprio corpo senza l’utilizzo di acqua. Un esempio? Lo shampoo di SWAIR.

5. Capi d’abbigliamento intelligenti

La ricerca va avanti e così le innovazioni nel campo dei dispositivi indossabili. Tra questi, i brand stanno dimostrando un interesse particolare per i capi d’abbigliamento che consentono di regolare il calore corporeo. In questo modo, per esempio, gli sportivi possono allenarsi mantenendo una temperatura confortevole. Un brand che si è già esposto in merito è Ralph Lauren che, alle Olimpiadi 2020,  ha vestito i porta bandiera USA con una tecnologia in grado di riscaldarli.

6. Il liquore sconosciuto

È il liquore più consumato al mondo,  più di whisky, vodka, gin, rum e tequila messi insieme, eppure in pochi lo conoscono. Si tratta del Baijiu, uno spirito cinese ad alta gradazione distillato da cereali come riso e miglio. Grazie all’aiuto di influencer patriottici che guidano questa tendenza, il Baijiu potrebbe presto diventare disponibile in tutto il mondo.

7. Tufting: Tappeti fatti a mano

Durante la pandemia, gli hobby sono decollati e tra le varie proposte fai da te quella che ha preso più piede tra la Generazione Z è il tufting: ovvero una tecnica meccanizzata (grazie a una pistola) dell’annodatura, una tecnica antica e molto dispendiosa in termini di tempo. Questa tecnica si presta a dichiarazioni di design uniche ed eccentriche.

8. Crypto come ricompense

Fidelizzare il proprio segmento di clientela è sempre più difficile, soprattutto se ci si rivolge alla Generazione Z. Man mano che il mondo delle criptovalute cresce,  sempre più aziende accettano le cryptocurrency  come forma di pagamento. Di conseguenza, i programmi di ricompense in crypto sono il passo successivo nei programmi di fidelizzazione. Mastercard ha annunciato che sostituirà i punti tradizionalmente raccolti attraverso l’utilizzo dei suoi servizi con le criptovalute.

9. Cosmetici fermentati

Ormai è risaputo che il mercato del beauty è in continua crescita ed espansione. Questo perché c’è una sempre maggiore ricerca di ingredienti potenti che durino più a lungo. L’ultimo fenomeno viene descritto come “kombucha per la pelle” e arriva dalla  K- e J-Beauty. Proponendo un  mix tra tradizione e tecnologia, i prodotti fermentati offrono un’ottima soluzione per i consumatori attenti alla sostenibilità e orientati all’elevata qualità dei prodotti.

10. Taxi volanti

Con l’avvento della pandemia da Covid-19, le abitudini sono cambiate. In particolare, è aumentato il desiderio di privacy e spazi personali soprattutto per quanto riguarda i mezzi di trasporto. Secondo Morgan Stanley Research, il mercato della mobilità aerea urbana autonoma (UAM) varrà 1,5 trilioni di dollari a livello globale entro il 2040. Un altro studio di Frost & Sullivan prevede che gli aerotaxi inizino nel 2022 a Dubai e si espandano con un tasso di crescita annuale del 46% per raggiungere oltre 430.000 unità operative entro il 2040.

 

Fonte: WGSN: Top Trends for 2022 & Beyond