Meghan Markle è tornata

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Reading Time: 4 minutes

Meghan ha colpito ancora e sta volta ha anche affondato e per farlo ha scelto come campo di battaglia, niente meno che la CBS e un’interlocutrice del calibro di Oprah Winfrey, regina dei talk show americani e grande amica della duchessa. 

L’intervista andata in onda nella notte tra il 7 e l’8 marzo, ha gettato fango sulla corona inglese denunciando i tanti soprusi che Meghan ha dovuto subire da quella che lei stessa chiama la “ditta”. Sofferenze mentali, pensieri di suicidio, persino frasi razziste nei confronti del figlio Archie – che alcuni membri della corona avrebbero valutato uno pò «troppo scuro» e poi ancora il senso di prigionia e quella volta che Kate la fece piangere prima del matrimonio. 

Il tutto è stato raccontato con Harry al suo fianco. L’intervista integrale verrà trasmessa in Italia martedì 9 marzo alle 21.30 sul canale TV8. Sky, proprietaria del canale in chiaro, si è aggiudicata per l’Italia i diritti dell’intervista che non devono essere stati a buon mercato perché questo è un evento che oltre a far impazzire i gossipari planetari, nasconde un business milionario. Stratosferico l’assegno staccato dalla CBS per l’intervista e anche se non c’è un comunicato ufficiale dell’emittente americana, il Wall Street Journal ha fatto sapere che l’esclusiva è costata tra i 7 e i 9 milioni di dollari. Dunque tra i 5,8 e i 7,5 milioni di euro. Soldi che però sarebbero serviti per i diritti sull’intervista stessa e secondo la portavoce dei principi non sarebbero finiti nelle tasche di questi ultimi.

Quindi se lo stesso Harry ha dichiarato che dal 2020 la Corona ha tagliato i fondi a lui destinati dopo aver annunciato l’intenzione di ritirarsi dai suoi ruoli, di cosa vivono oggi i Duchi che tra l’altro hanno annunciato aspettare una femmina? 

Tranquille non solo d’amore!

Una cosa è certa, sono molto più ricchi oggi di quando venivano stipendiati dalla corona inglese. 

Sebbene sia difficile stabilire con precisione l’ammontare esatto di quanto il principe Harry e la duchessa percepissero ogni anno grazie agli svariati meccanismi reali, i tabloid inglesi hanno dichiarato che il 95% del loro reddito annuale proveniva dal Principe Carlo, attraverso il Ducato di Cornovaglia, proprietà che comprende 131mila acri di immobili e più di 450milioni di dollari in asset commerciali nel Regno Unito. Il ducato di Cornovaglia venne infatti istituito nel 1337 proprio per sostenere l’erede diretto al trono e la sua prole.

Secondo l’ultima relazione finanziaria nell’anno fiscale 2019, la proprietà ha fruttato 6.5milioni di dollari che Carlo con i due figli Wiliam ed Herry si sono divisi equamente.
Per quel che riguarda il restante 5% , Harry e Megan abbandonando il ruolo di membri senior della famiglia reale hanno anche rinunciato alle entrate del “Sovereign Grant” che assicurava loro proprio il restante 5%.

Il Sovereign Grant, che copre attività come i viaggi e gli appuntamenti istituzionali, assicura anche il mantenimento di case e uffici occupati dai membri della famiglia reale e proviene per circa il 25% dalle rendite delle Crown Estate, il fondo di investimenti controllato dalla monarchia e non dalla famiglia reale, del valore stimato tra gli 85 e 112 milioni di sterline, che detiene proprietà in tutto il Regno Unito.

Dunque quello che H&M hanno percepito fino allo scorso anno come entrate da parte della Corona, ammonta a circa 3 milioni di dollari.

Detto questo, qualche soldino i coniugi l’hanno pur messo da parte prima di doversi mettere a lavorare!

Secondo Forbes, i sette anni sul set di Suits, hanno fruttato a Meghan un patrimonio di 2,2milioni di dollari, mentre Harry ha ereditato insieme al fratello, il patrimonio della principessa Diana, un tesoretto di circa 31, 5 milioni di dollari.

Insomma dallo scorso gennaio, quando hanno ufficialmente salutato l’impero britannico per stabilirsi in America, l’impero se lo sono ricostruiti da soli, firmando contratti milionari, accumulando una fortuna pari a circa 250milioni di euro.

L’ultimo in termini di tempo è l’accordo firmato con Spotify per un valore di circa 33milioni di euro, una cifra enorme per un mercato come quello dei podcast già molto sviluppato ma dove girano numeri ancora molto inferiori rispetto alle piattaforme video.

E infatti la parte del leone del malloppo ducale, è proprio il contratto sottoscritto con Netflix. 120milioni di euro che potrebbero diventare 220 se si considerano bonus e altri incentivi concordati. H&M hanno fatto però sapere che non hanno alcuna intenzione di creare un reality show su se stessi, ma fonti interne al colosso americano hanno confermato il loro interesse per un documentario su di loro e uno sulla Principessa Diana. 

Per non parlare delle possibili sinergie con il mondo dell’editoria. Un libro tutto loro, potrebbe valere 50milioni di euro ma non solo,  si parla anche di libri per bambini, per i  quali Meghan sembra abbia una passione particolare.

C’è poi tutto il mondo dei convegni e delle conferenze. Prendendo esempio da una coppia di amici, Barack e Michelle Obama, Harry e Megan hanno firmato un contratto con l’agenzia che gestisce l’immagine della ex coppia presidenziale e che per fare un esempio, ha fatto guadagnare nel 2017 all’ex Presidente americano 400mila euro per un solo intervento. 

Ma il mondo dei media e dell’editoria non è tutto. Anche se non si sa esattamente di che cifre si parli, si sa che Megan ha investito in un’azienda di caffè chiedendo ad alcuni amici famosi di supportarla facendole pubblicità. Ed è così che è apparso un post di Oprah Wnfrey con alcuni prodotti della Clevr Blends coffe, prodotti “che mi ha consigliato la mia vicina di casa M”.

Una cosa è certa, dicendo addio alla famiglia Reale, Harry e Meghan hanno guadagnato la propria liberta ma non solo quella!