Come nasce un podcast? Parlando tra amiche

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Reading Time: 3 minutes

Tra le piattaforme media in espansione, ce n’è una che preferiamo su tutte: il podcast.

Complici i diversi momenti di lockdown, questo strumento digitale è in fortissima crescita: nel 2020, 13.9 mln di italiani hanno ascoltato almeno un podcast, 155%  in più rispetto al 2019 e questo fenomeno non accenna ad arrestarsi, anzi. L’ambiente domestico si conferma il luogo preferito per l’ascolto,  dato meno sorprendente, visto che siamo stati obbligati a restare in casa dal marzo 2020.

Da fruitrici di podcast da tempo immemore, complice l’incontro e il ritrovamento di amiche sui social, in particolare con Gaia, Georgiana e Irene, a gennaio abbiamo deciso di unire le forze e creare un podcast tutto nostro.

 “La Versione delle Ragazze“, il nostro podcast, è nato così. 

L’idea di partenza per noi è stata facile, quasi scontata, perché abbiamo scelto di parlare della nostra grande passione: i libri. 

Ognuna di noi è autrice e produttrice di ogni puntata. Quindi, per ogni puntata, partiamo da un libro che ci incuriosisce e da ogni libro estrapoliamo un tema che vogliamo approfondire e per ogni tema, scegliamo un esperto con cui confrontarci per indagare a fondo la questione.

Il nostro è un progetto amatoriale, quindi dimenticate subito case di produzione, studi di registrazione, ingegneri del suono e altre cose professionali che per noi sono al limite del futurismo e nonostante tutto possiamo assicurare che non è un progetto impossibile da realizzare.  

Sicuramente la parte più difficile è l’ideazione e la scrittura del contenuto. e il lato positivo è che tecnicamente è fattibile, bisogna  solo seguire alcuni passaggi chiave che permettono di creare una puntata in breve tempo.

Qui di seguito troverete alcuni suggerimenti nel caso anche voi voleste cimentarvi con un podcast tutto vostro. 

 

PARTIAMO DALLE BASI: COME REGISTRARE?

Sembrerà incredibile, ma una volta che avete individuato ambito e stile, vi basta avere uno smartphone dove registrare i vostri podcast: il microfono dei telefoni e le registrazioni vocali possono già garantirvi un prodotto di buona qualità. Se invece volete includere dei dialoghi o delle interviste,  potete videochiamare tramite qualsiasi servizio di videochiamata (Zoom, Meet, Teams..), registrate e utilizzate la traccia audio. Per il primo salto di qualità, vi consigliamo di optare per un microfono, anche di quelli basici (un mini investimento su Amazon: costo minimo, massima soddisfazione, provare per credere).

 

FASE DUE: EDITING

Una volta che il file audio è stato registrato, questo va editato e perfezionato prima della pubblicazione. Se avete un Mac potete usare GarageBand, mentre con PC suggeriamo Audacity. Ora, potete inserire una intro e un out, pulire l’audio, sistemare segmenti, aggiungere musica…in pratica questo è il momento di rendere il vostro file un vero e proprio episodio. 

 

FASE TRE: PUBBLICAZIONE

Una volta editata la puntata definitiva,  è il momento di pubblicare e diffondere su tutte le piattaforme. Per farla semplice, suggeriamo di usare Spreaker: una volta iscritti basta semplicemente caricare il file e scegliere su quali altre piattaforme distribuirlo. Vi assicuro che è semplice, ce l’abbiamo fatta anche noi!

 

VARIE ED EVENTUALI

Ci sono altri dettagli che potreste tenere in considerazione prima del lancio del vostro podcast: 

Creare una copertina per il podcast e per ogni episodio, Spreaker vi permette di caricarne una per puntata.

Scegliere la lunghezza ideale delle vostre puntate – noi abbiamo pensato di rimanere sui 40 minuti per poter sviluppare un nostro dialogo e una bella chiacchierata con ogni ospite.

 

Il nostro consiglio personale?

Scegliete con cura la fase zero. Prima di creare un podcast, create il vostro dream team. Nel nostro caso ci sono state videochiamate sabato mattina presto, o martedì sera tardi, ci sono state registrazioni sbagliate e un incredibile tasso-di-pacchi-da-parte-degli-ospiti pari al 100%, ci sono stati domini acquistati e comprati su Google in meno di 10 secondi per creare indirizzi email semi-professionali. Ma vi possiamo assicurare che che ogni volta che inciampavano, eravamo sempre pronte a sostenerci l’un l’altra per continuare ad andare avanti.

Se siete appassionate di Podcast venite ad ascoltarci! 

La Versione delle Ragazze è un progetto di Gaia Campanale, Irene Pollastro, Eleonora Scialo e Georgiana Ursache, disponibile sulle piattaforme streaming Spreaker, Spotify, ITunesApple podcast, Google Podcast, con uscite mensili.